MISTER PIRLO ALLA VIGILIA DI JUVENTUS-PORTO | News

UEFA Champions League

Queste le dichiarazioni rilasciate da Mister Andrea Pirlo in conferenza stampa alla vigilia di Juventus-Porto:


Come una finale
«Domani è come una finale per noi e lo sarà anche per il Porto. Per ribaltare il risultato dovremo dare il massimo ed essere lucidi nel gestire la partita, giocando una gara molto tecnica, perché il Porto sarà compatto, con due linee strette e quindi ci sarà poco tempo per poter pensare. Non dovremo cercare di sfondare subito centralmente, ma avere la pazienza di farli allargare. Abbiamo guardato e riguardato la partita di andata, avremmo voluto giocarla in modo diverso, ma quando vai sotto dopo un minuto i piani cambiano. Dovremo evitare errori e gestire i novanta minuti al massimo della concentrazione, sapendo di affrontare una squadra molto forte dal punto di vista fisico, che può giocare con il tradizionale 4-4-2 o con la difesa a cinque come ha fatto in diverse gare importanti. Conosciamo l’importanza della Champions e quando c’è la possibilità è di giocare queste gare, la voglia di scendere in campo è tanta. Sappiamo di avere tutte le carte in regola per andare avanti. Non sottovalutiamo la qualità del Porto, ma siamo la Juventus e dobbiamo pensare di poter passare il turno».


Gli uomini a disposizione
«L’assenza di Danilo pesa, ma cercheremo di fare del nostro meglio per mettere in campo la formazione migliore. A parte de Ligt, che ha fatto solo il riscaldamento con la squadra, gli altri sono a disposizione e, anche se non sono al 100%, è già tanto avere la possibilità di scegliere. Arthur non è al top e potrebbe partire titolare. Con Bernardeschi avevo parlato quest’estate, avendolo incontrato al mare e gli avevo prospettato l’idea di giocare terzino sinistro, cosa che ha nelle corde, per sua la forza fisica e la sua capacità di corsa. Mi ha dato la sua disponibilità e proseguiremo su questa linea. Ora sta bene e può giocare dall’inizio. McKennie sta abbastanza bene, ma si porta avanti da tempo un problemino e può giocare solo sprazzi di partita. Morata migliora sempre, è ambizioso e cerca sempre di trovare le soluzioni giuste in base agli avversari, su cui ama documentarsi. Ronaldo? Queste sono le sue partite, è carico e riposato».


(Foto Getty Images)


www.juventus.com



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *